Pulizia testine HP Officejet Pro X476dn X476dw, X576dw

La serie HP Officejet Pro, è senza dubbio una delle stampanti più interessanti sul mercato (specialmente quello del ricondizionato), i motivi sono molteplici:
– con ben ben 42 pagine al minuto e fino a 70 in modalità bozza è una delle stampanti a getto d’inchiostro più veloci sul mercato;
– e’ una stampante indicata per l’uso professionale concepita per un ciclo stampa fino a 75.000 pagine mensili;
– caricatore carta da 500 fogli, caricatore laterale da 50 per buste o altri formati e con la possibilità di espandere con un ulteriore caricatore da ulteriori 500 fogli.
– funzionalità da multifunzione completa, doppia modalità di scansione, software completo e controllo tramite touchscreen;
– infine costi stampa ridotti, bassi consumi energetici e a differenza delle stampanti laser non emette polveri.

Ottima ma... c'è un problema.

Questo tipo di stampanti integrano una testina di stampa larga quanto l’intero foglio di carta, pertanto l’inchiostro viene depositato mentre il foglio scorre verticalmente sotto la testina stessa (da qui il nome “PageWide” – guarda su Youtube il funzionamento).
Purtroppo tale tecnologia permette di ottenere una velocità di stampa estremamente elevata, ma in caso di testina intasata\sporca, si andranno a generare delle evidenti linee verticali dove non viene depositato inchiostro, rendendo l’utilizzo impossibile e l’immagine che segue ne è un’esempio.

Evitate di utilizzare la funzione di pulizia delle testine dal menù della stampante.

Verrebbe immediatamente da pensare “lancio la pulizia delle testine dal menù e tutto torna alla normalità”, ma se vedete un’intero segmento di qualsiasi colore o del nero, non tentate la pulizia da menù perché difficilmente sarà risolutiva, nel migliore dei casi avete buttato via inchiostro inutilmente e in casi più rari potreste danneggiare irrimediabilmente la testina. Optate per una pulizia manuale della testina con detergenti concepiti apposta per questo tipo di problematiche.

Pulizia testine dal menù della stampante?

Verrebbe immediatamente da pensare “lancio la pulizia delle testine dal menù e tutto torna alla normalità”, ma se vedete un’intero segmento di qualsiasi colore o del nero, non tentate la pulizia da menù perché difficilmente sarà risolutiva, nel migliore dei casi avete buttato via inchiostro inutilmente e in casi più rari potreste danneggiare irrimediabilmente la testina. Optate per una pulizia manuale della testina con detergenti concepiti apposta per questo tipo di problematiche.

Non toccate la testina per nessun motivo.

Su Youtube sono presenti una moltitudine di video che mostrano riparatori pulire la testina di stampa tamponando con un panno umido o intriso di detergente, questo metodo nella maggior parte dei casi può essere risolutivo ma è estremamente pericoloso perché si rischia di danneggiare fisicamente la testina, rigandola, occludendo definitivamente gli ugelli o peggio danneggiando la circuitazione. Inoltre la soluzione rimuove solo lo sporco superficiale.

Metodo meno pratico ma più sicuro e risolutivo.

Anzitutto bisogna acquistare un detergente concepito per le testine di stampa, non cercate di effettuare l’operazione con altre sostanze come acqua, alcool, Svitol perché rischiate di buttar via la stampante.
Potete acquistarlo su Amazon, non costa molto e nel KIT è presente anche la siringa.
Questo è relativamente economico: https://amzn.to/2V0f2Gy
Personalmente utilizzo il detergente della Octopus, costano circa il 50% in più, ma mi son sempre trovato bene: https://amzn.to/2JalzMF

A questo punto bisogna controllare che la testina sia nella posizione corretta (visibile), si controlla aprendo il portello laterale, estraendo il contenitore dei residui di inchiostro e abbassando una copertura. Utilizzando una torcia e abbassandosi si potrà vedere il blocco della testina (come da video sottostante).

 

Accertati che la testina è nella posizione corretta, sarà necessario togliere la corrente distaccando il cavo di alimentazione senza premere il pulsante di spegnimento. Così facendo la testina manterrà la sua posizione.
Rimuovete la carta presente nel caricatore e ribaltate la stampante roteandola di 180° in senso antiorario (non al contrario perché la testina potrebbe spostarsi).

Sembrerà un metodo strano, ma così facendo si ha accesso diretto alle testine ed il liquido può detergere correttamente gli ugelli.

Se ne avete generato uno potete utilizzare il foglio relativo al test di stampa per localizzare il segmento della testina otturato.

Se utilizzate una torcia di dimensioni ridotte per illuminare la testina di stampa, questa vi manterrà alzato il coperchio interno. Nella foto sopra utilizzo una luce frontale come questa: https://amzn.to/2UVB0KU.

Con un po’ di impegno e la giusta angolazione potrete vedere tutte le sezioni della testina, è sopra tali sezioni che va messo il detergente.

Non bisogna avere fretta perché è un’operazione che fa fatta lentamente e le porzioni della testina vanno riempite di detergente poche gocce alla volta! Ripetete l’operazione 2-3 volte sulle sezioni più intasate.
Mi ripeto: poche gocce per volta, non cercate di versare il detergente senza utilizzare l’ago, va messo un quantitativo ridotto di detergente e possibilmente solo sulla testina.
Attenzione perché l’ago della siringa non deve toccare per nessun motivo la superficie della testina di stampa, altrimenti la danneggiate irrimediabilmente.
Non tamponate e non toccate per nessun motivo la testina di stampa.

Lasciate la stampante capovolta per 5-10 minuti così da lasciare agire il detergente, riportate la stampante nella posizione originale capovolgendola in senso orario, reinserite il cassetto di raccolta dello scarto, ricaricate la carta e testate il risultato.
Le prime stampe verranno sporcate dai residui di detergente e inchiostro, perciò caricate un po’ di carta “di brutta” e lanciate un po’ di fotocopie, così da non sprecare fogli puliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *